"Alice rise: "è inutile che ci provi, non si può credere a una cosa impossibile".
"Oserei dire che non ti sei allenata molto", ribatte la regina.
Quando ero giovane, mi esercitavo sempre mezz'ora al giorno. A volte riuscivo a credere a sei cose impossibili prima di colazione". (Lewis Carroll)

Translate

sabato 18 giugno 2016

La storia della cosmetica n.2

Gli Egizi (3100 A.c.) attribuivano alla cura del corpo ed alla bellezza numerosi significati, infatti la cosmesi oltre ad essere considerata una determinante fondamentale e necessaria nell’igiene e nella salute della persona, serviva quale strumento di religiosità. La purezza d’animo di un individuo era dunque, anche valutabile attraverso il grado di attenzione che questi poneva nei confronti della pulizia e della cura del proprio corpo. Il valore ornamentale della cosmesi divenne molto importante, e quindi variabile insostituibile nell’abbellimento del corpo sia in vita che post-mortem.

                                   

Con gli Egizi si assistette all’incremento degli ingredienti e delle materie prime adoperate, infatti essi riuscirono ad importarle da altri paesi accrescendone così, i possibili utilizzi. Numerosi erano i prodotti usati: unguenti, profumi, essenze, pomate, oli, ecc. custoditi in preziosi vasetti decorati realizzati in alabastro, ceramica e vetro. Le attività di cura della persona riguardavano soprattutto i bagni ed i massaggi, ma un forte peso assumeva il trucco. Il viso era dipinto alla perfezione: si applicavano sulle palpebre ombretti di colore azzurro o verde, andando poi a definire il contorno degli occhi con il kohl. Dopo aver definito per bene gli occhi, per l’incarnato si utilizzava una pasta aranciata allo scopo di evidenziare gli zigomi e per dare un colorito più acceso alle labbra. Le regine Nefertiti e Cleopatra, spesso ricordate come le donne più belle d’Egitto, curavano molto il loro aspetto facendo ricorso a trattamenti cosmetici particolari. Molto famose sono le “ricette segrete di bellezza” della regina Cleopatra e molte altre ancora sono state ritrovate trascritte in numerosi papiri.

domenica 12 giugno 2016

La storia della cosmetica n.1

Ciao a tutti! Oggi ho intenzione di iniziare un nuovo percorso di post da condividere con voi... Vorrei parlarvi della storia della cosmesi partendo dall'antichità, fino ad arrivare all'epoca moderna. E' un percorso che ho intenzione di suddividere in varie "puntate"! Allora spero che questa iniziativa vi piaccia...Lasciatemi pure commenti e suggerimenti...ma cominciamo subito...
PRIME TESTIMONIANZE DELL'USO DEI COSMETICI
Guardando molto indietro nel passato, possiamo trovare prime testimonianze dell’uso dei cosmetici nella Preistoria. Durante l’era del Paleolitico (circa 2,5 milioni di anni fa), in numerosi scavi archeologici sono stati ritrovati strumenti, quali, ad esempio, piccoli mortai che servivano a pestare semi di varia origine allo scopo di estrarne il colore o per utilizzarli a scopo cosmetico e terapeutico. I primi ominidi conoscevano i colori di origine minerale quali l’ocra, il carbone, il rosso bruno del manganese, con i quali probabilmente coloravano le pelli, il cuoio, ed il legno. Inoltre, gli stessi colori erano utilizzati per dipingersi il corpo a scopo decorativo quale espressione artistica o per distinguersi dagli altri. Altra ragione era quella di utilizzare particolari colorazioni per propiziarsi una buona caccia ed anche per mimetizzarsi durante la stessa.


Alcune civiltà orientali, come quelle mesopotamiche, possono essere considerate quali pionieri della cosmetica. La loro localizzazione geografica permetteva di avere ingredienti vegetali e minerali particolari, che potevano essere adoperati nei trattamenti della toilette come oli, pigmenti, sali, profumi e tinture. In particolare, i Sumeri (3000 a.C.) ed i Babilonesi (2300 a.C.) cominciarono a praticare i primi trattamenti estetici, infatti sono stati ritrovati in numerosi siti archeologici piccoli vasetti e flaconi che servivano a contenere unguenti, oli, pigmenti, polveri, molte delle quali d’oro, usate probabilmente durante le cerimonie religiose. Gli Assiri (1350 a.C.) contribuirono ad arricchire le pratiche cosmetiche, infatti sono da ricordare le antiche ricette della regina Semiramide che utilizzava nelle formulazioni principi di fitocosmesi tutt’oggi ancora validi.

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001.

Questo blog è frutto di pure valutazioni personali.

L'autore di questo blog si riserva di eliminare senza preavviso i commenti che siano illeciti, volgari, lesivi della privacy altrui, con contenuti di spam, ispirati da odio razziale, che possano recare danno ai minori, che contengano dati sensibili, che siano lesivi di copyright, che non siano correlati all'articolo cui si riferiscono.
Questo blog viene aggiornato senza una periodicità prestabilita quindi, ai sensi della legge n°62 del 07/03/2001, non è un prodotto editoriale o una testata giornalistica.

Alcune delle immagini del blog sono state liberamente prese dal web e non per tutte è stato possibile sapere se fossero coperte da Copyright o meno.
Nel caso ritenete che alcune di esse vi appartengano e volete che siano rimosse, segnalatemelo e provvederò prontamente a rimuoverle.

Cerca nel blog

Post più popolari

AVVISO

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001.

Questo blog è frutto di pensieri ed opinioni personali e pertanto l'autore si solleva da eventuali responsabilità di opinioni contrarie e/o discordanti.

Questo blog non rappresenta un prodotto editoriale, ai sensi della legge 62 del 7/3/2001. Rare immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autrice del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autrice dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione, verranno insidacabilmente rimossi.


Post originale su: http://iolecal.blogspot.com/2011/01/widget-letterina-con-messaggio.html#ixzz23nPnNZAW
Under Creative Commons License: Attribution Non-Commercial No Derivatives