"Alice rise: "è inutile che ci provi, non si può credere a una cosa impossibile".
"Oserei dire che non ti sei allenata molto", ribatte la regina.
Quando ero giovane, mi esercitavo sempre mezz'ora al giorno. A volte riuscivo a credere a sei cose impossibili prima di colazione". (Lewis Carroll)

Translate

lunedì 19 dicembre 2016

La storia della cosmetica n. 9

Dopo la Rivoluzione francese, in Francia e poi in tutta Europa, cominciarono a diffondersi gli ideali rivoluzionari, che portarono cambiamenti anche nel concetto di estetica e di bellezza. Furono recuperati i canoni classici di bellezza che prediligevano soprattutto la naturalezza, la semplicità e la grazia. Si riscoprì l’attenzione posta dai classici sulla pulizia del corpo e sull’igiene dalla persona. Infatti, si ritrovò la consuetudine del bagno e lo scrupolo dell’igiene. In Francia l’argomento “cosmetica e cura della persona” rientrava negli argomenti trattati nelle prime riviste femminili come: il “Journal de la Mode et du Goût; ou amusemens du salon et de la toilette”(1790), “La Mode Illustrée – journal de la famille” (1860), “Journal des Demoiselles”(1833) ecc.. Queste riviste settimanali, oltre che a parlare di moda e ad illustrarla, trattavano di arredamento, bon ton, critica del costume, cronaca mondana e contenevano una rubrica di consigli alle lettrici, nella quale si trattava anche di tematiche inerenti la bellezza e l’igiene della persona, nonché di trucco in voga nel periodo. 

La diffusione a mezzo stampa influì enormemente sull’incremento dell’uso di cosmetici e di prodotti di bellezza soprattutto da parte delle donne. Nella seconda metà del Settecento si diffusero in tutta Europa, soprattutto in Italia, le riviste femminili. “Il Giornale delle dame e delle Mode di Francia” e il “Corriere delle Dame” cominciarono ad uscire in Italia intorno agli anni settanta e ottanta del Settecento, ispirandosi al modello delle numerose testate francesi apparse nel corso del XVIII secolo.

                  
“Per aiutare le donne a sviluppare i loro “vezzi”, questi giornali si concentravano quindi essenzialmente sull’abbigliamento femminile, ma non trascuravano tuttavia raccomandazioni o ricette, talvolta anche complesse e laboriose, di “Mezzi di conservare la bellezza delle donne” quali belletti, tinture per capelli, ciprie, profumi, paste dentifricie, creme per le labbra, per le mani e contro le rughe.”  Attraverso queste pubblicazioni si contribuì a diffondere molte informazioni non solo sui cosmetici, ma anche sui gusti.

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001.

Questo blog è frutto di pure valutazioni personali.

L'autore di questo blog si riserva di eliminare senza preavviso i commenti che siano illeciti, volgari, lesivi della privacy altrui, con contenuti di spam, ispirati da odio razziale, che possano recare danno ai minori, che contengano dati sensibili, che siano lesivi di copyright, che non siano correlati all'articolo cui si riferiscono.
Questo blog viene aggiornato senza una periodicità prestabilita quindi, ai sensi della legge n°62 del 07/03/2001, non è un prodotto editoriale o una testata giornalistica.

Alcune delle immagini del blog sono state liberamente prese dal web e non per tutte è stato possibile sapere se fossero coperte da Copyright o meno.
Nel caso ritenete che alcune di esse vi appartengano e volete che siano rimosse, segnalatemelo e provvederò prontamente a rimuoverle.

Cerca nel blog

Post più popolari

AVVISO

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001.

Questo blog è frutto di pensieri ed opinioni personali e pertanto l'autore si solleva da eventuali responsabilità di opinioni contrarie e/o discordanti.

Questo blog non rappresenta un prodotto editoriale, ai sensi della legge 62 del 7/3/2001. Rare immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autrice del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autrice dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione, verranno insidacabilmente rimossi.


Post originale su: http://iolecal.blogspot.com/2011/01/widget-letterina-con-messaggio.html#ixzz23nPnNZAW
Under Creative Commons License: Attribution Non-Commercial No Derivatives